LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE III

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE (L-LIN/12)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Inglese

Obiettivi formativi

Oltre a un continuo sviluppo delle abilità linguistiche inerenti ai codici scritti e orali nonché delle strategie traduttive, il corso mira a fornire agli studenti conoscenze generali relative alle principali caratteristiche dei linguaggi specialistici che permettano loro di comprendere e tradurre le svariate tipologie testuali in cui il discorso della scienza di presenta. Durante il corso lo studente apprende a conoscere i principali linguaggi specialistici appartenenti alla più generica categoria di ‘linguaggio scientifico’; comprendere e analizzare testi letterari e audiovisivi in lingua originale che presentano complessità sia in termini di caratteristiche formali sia di contenuti; comunicare e discutere contenuti in lingua inglese, utilizzando un registro linguistico appropriato all’argomento, ovvero adeguato al lessico proprio degli studi traduttivi e degli studi di settore, e corrispondente al livello C1; applicare le abilità sviluppate durante il corso anche a testi non prettamente ‘scientifici’, maggiormente integrati nella quotidianità; diventare più autonomo nell’apprendimento linguistico acquisendo la competenza necessaria al fine di essere in grado di utilizzare le sue capacità ricettive e produttive in un futuro contesto professionale; formulare giudizi informati e motivati, fondati su una decodifica attenta del testo, relativi a fenomeni anche complessi.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso, tenuto in lingua inglese, si focalizza sulla traduzione (interlinguistica, intralinguistica, intersemiotica e audiovisiva) dei linguaggi specialistici, con particolare attenzione al linguaggio della scienza nelle sue varie declinazioni (linguaggio della medicina, della matematica, della fisica). In particolare, si prenderà in esame il processo di popolarizzazione del discorso specialistico, inteso qui come forma di traduzione intralinguistica, e si analizzeranno in seguito le traduzioni interlinguistiche e/o intersemiotiche dello stesso. A tale fine, si studieranno testi letterari in cui il linguaggio della scienza assume particolare rilievo, concentrandosi poi sulla traduzione interlinguistica dello stesso. Si analizzerà altresì in che modo il discorso scientifico viene tradotto intralinguisticamente e intersemioticamente in serie televisive, lungometraggi e documentari, approfondendo poi le problematiche legate al doppiaggio e/o sottotitolaggio.
I documenti non inclusi in bibliografia saranno reperibili sulle dispense messe a disposizione sulla piattaforma Didattica dell’Università di Parma.
Gli studenti dovranno inoltre seguire le esercitazioni dei Collaboratori ed Esperti Linguistici durante entrambi i semestri nonché svolgere un percorso di auto-apprendimento in Aula per un minimo di 6 ore.

Bibliografia

Canepari, M. *Studi di Linguistica, Lingua e Traduzione: Istruzioni per l'uso*, Padova, Libreria universitaria 2016 (in stampa).

Canepari, M. *Viaggio intersemiotico nel discorso della scienza*, Nuova Cultura, Roma, 20013.
Canepari, M. 'From Psychiatry to Anti-Psichiatry: An Intersemiotic Journey through the Language of Schizophrenia', in *La Torre di Babele*, 8, 2012, pp. 297-337.
Canepari, M. 'The Language of Science in the Fiction of Christine Brooke-Rose', in *La Torre di Babele*, 10, 2014.
Ulteriori riferimenti bibliografici saranno forniti durante il corso e saranno puntualmente indicati nel programma d’esame stilato dalla docente e reso disponibile sulla piattaforma di Didattica dell'Università di Parma.

Metodi didattici

Durante le lezioni frontali, tenute in lingua inglese, il docente introdurrà le principali nozioni alla base dei vari linguaggi specialistici presi in esame, servendosi sia della bibliografia di riferimento del corso che di ulteriori materiali testuali o visivi resi disponibili sulla piattaforma Didattica dell’Ateneo. Verranno inoltre forniti suggerimenti per percorsi individuali di studio e approfondimento, finalizzati a stimolare un approccio sempre più originale e indipendente dello studente nei confronti dell’analisi dei temi e dei problemi sollevati dal docente durante il corso, a livello tanto linguistico quanto traduttivo.
Il corso sarà affiancato da esercitazioni di lingua tenute da collaboratori ed esperti linguistici durante entrambi i semestri. Gli studenti sono tenuti anche a svolgere un percorso di 6 ore di auto-apprendimento in laboratorio multimediale.

Modalità verifica apprendimento

La verifica delle conoscenze e delle abilità avviene tramite un pre-esame scritto e un esame orale in lingua inglese. Le conoscenze e le competenze che si intendono verificare in tale prova sono:
. una competenza scritta e orale in lingua inglese corrispondente al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento e, più particolarmente, l’avvenuta acquisizione di tutte le abilità linguistiche (produzione scritta e orale), nonché delle strategie traduttive in un registro appropriato al genere testuale, e che rispecchi le funzioni comunicative del testo di partenza;
. la conoscenza delle caratteristiche di testi, contesti e questioni formali, informali ed ideologiche proprie del genere testuale oggetto dello studio;
. un’adeguata capacità di studiare in modo indipendente, di rielaborare personalmente contenuti appresi durante il corso, di proporre ricerche individuali che completino gli argomenti trattati durante il corso, di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi complessi, e di formulare giudizi autonomi.
Al fine di verificare il raggiungimento di tali conoscenze e competenze, le domande della prova orale mirano a valutare le conoscenze, la capacità di rielaborazione autonoma e originale di tali conoscenze, nonché la capacità di applicare le conoscenze e le abilità acquisite tramite l’analisi del testo e di ampliarle tramite collegamenti e raffronti.
Una valutazione di insufficienza nel pre-esame scritto è determinata dalla mancanza, dimostrata dallo studente, di una competenza adeguata nelle abilità linguistiche e traduttive; tale insufficienza non dà accesso alla prova orale.
La valutazione finale tiene conto delle competenze che lo studente mostra d’aver acquisito durante il pre-esame scritto e del voto in esso riportato.
Una valutazione finale di insufficienza è determinata dalla mancanza, dimostrata dallo studente durante la prova orale, di una conoscenza dei contenuti minimi del corso; dall’incapacità di esprimersi in un inglese adeguato all’argomento e corrispondente al livello C1; dalla carenza di preparazione autonoma e dall’incapacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi complessi, nonché di formulazione di giudizi autonomi. Una valutazione finale sufficiente (18-23/30) è determinata dalla dimostrazione da parte dello studente di avere appreso i contenuti minimi e fondamentali del corso; dalla capacità di esprimersi in un inglese adeguato all’argomento e che, pur nella semplicità comunicativa, presenta alcune caratteristiche del livello C1; da un livello sufficiente di preparazione autonoma, capacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi complessi, nonché di formulare giudizi autonomi. I punteggi medi (24-27/30) vengono assegnati allo studente che dimostri di possedere un livello più che sufficiente (24-25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori di valutazione sopraelencati. I punteggi più alti (28-30/30 e lode) vengono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente degli indicatori di valutazione sopraelencati.