LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE II

Crediti: 
12
Settore scientifico disciplinare: 
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE (L-LIN/12)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Inglese

Obiettivi formativi

Oltre ad un continuo sviluppo delle abilità linguistiche inerenti ai codici scritti e orali nonché delle strategie traduttive (inglese-italiano e italiano-inglese) già acquisite nel primo anno di studio, il corso mira a fornire agli studenti solide conoscenze generali e specifiche sulle metodologie interpretative utili all'analisi di testi scritti e orali nel contesto dei linguaggi informativi, persuasivi e di intrattenimento, rappresentativi anche del linguaggio quotidiano formale ed informale.
Durante il corso lo studente apprende a:
.esprimersi appropriatamente in modo sia scritto e orale in numerose situazioni comunicative della vita quotidiana, anche nell’ottica delle abilità per tutto l’arco della vita;
.diventare più autonomo nell’apprendimento linguistico acquisendo la competenza necessaria al fine di essere in grado di utilizzare le sue capacità ricettive e produttive in un futuro contesto professionale.
.riconoscere l’intento pragmatico-comunicativo di testi di vario genere tramite diversi espedienti linguistici; decodificare i significati primari e secondari di un enunciato in testi informativi e di intrattenimento; identificare le forme di coesione tipiche del genere testuale nonché le relative strutture retoriche e discorsive;
.comprendere e analizzare testi mediatici in lingua originale che presentano complessità sia in termini di caratteristiche formali e informali del linguaggio sia di contenuti discorsivi-ideologici espressi;
.reperire in modo autonomo ulteriori informazioni sui temi trattati utilizzando bibliografia sia cartacea che digitale, pubblicando e discutendo le sue ricerche sulla piattaforma Moodle messa a disposizione;
.formulare giudizi informati e motivati, fondati su una decodifica attenta del testo, relativi a fenomeni anche complessi;
.comunicare e discutere contenuti, analisi e giudizi in lingua inglese, utilizzando un registro linguistico appropriato all’argomento, ovvero adeguato al lessico e alla sintassi propri degli studi linguistici, e corrispondente al livello B2+;
.applicare le abilità sviluppate durante il corso anche a varie tipologie testuali caratterizzate da complesse stratificazioni di significati, offrendone analisi documentate e motivando le proprie interpretazioni in base ad un reperimento e ad una disamina attenta dei dati testuali.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso, tenuto in lingua inglese, verterà sull’analisi di prodotti televisivi di intrattenimento (TV sitcom, chat shows) e di diversi generi informativi e persuasivi (giornali cartacei e on-line, radio e telegiornali, talk shows, pubblicità cartacea e spot televisivi) del discorso mediatico. Nella prima parte ci si focalizzerà in modo particolare sulle strutture retoriche utilizzate per creare la forza pragmatica del messaggio, sia implicita che esplicita, al fine di scoprire il vero intento comunicativo dello scrittore / parlante. Verranno presi in esame, anche in chiave contrastiva, diversi espedienti linguistici e paralinguistici che concorrono alla creazione di testi mediatici scritti e orali. L’ultima parte del corso verterà sull’analisi di alcune sit-com britanniche, in particolare sul modo in cui viene creato lo humour verbale attraverso giochi di parole e l’ambiguità intenzionale delle battute secondo la violazione o meno delle massime conversazionali di Grice.
Gli studenti dovranno inoltre seguire un seminario sulla teoria e pratica della traduzione di diverse tipologie di testi mediatici (p.e. pubblicità, avvisi, depliant informativi, siti web) in cui lo studente verrà invitato ad applicare le sue competenze linguistiche e traduttive al fine di riconoscere e trasporre i contenuti nella lingua d’arrivo in un registro appropriato allo scopo comunicativo del testo.
Per quanto riguarda le competenze pratiche di lingua, gli studenti dovranno seguire le esercitazioni a cura dei collaboratori ed esperti linguistici sia nel 1° che nel 2° semestre. Gli studenti sono tenuti altresì a seguire un percorso (di 12 ore) di auto-apprendimento in aula multimediale da concordare con il docente.

Bibliografia

Testo propedeutico per lo studio del linguaggio mediatico: G. Mansfield, 2006. Changing Channels. Media Language in (Inter)action, Milano: Edizioni LED.
Ulteriori riferimenti bibliografici (sui generi testuali oggetto di studio) vengono forniti durante il corso e sono puntualmente indicati nel programma d’esame.
Altresì testi per l’esercitazione delle abilità linguistiche verranno indicati dai collaboratori ed esperti linguistici all’inizio dell’anno.

Metodi didattici

Durante le lezioni frontali, tenute in lingua inglese, il docente introdurrà i principali elementi del discorso mediatico in tutte le sue sfaccettature, servendosi sia della bibliografia di riferimento del corso che di ulteriori materiali testuali o visivi resi disponibili sulla piattaforma ELLY dell’Ateneo. Verranno inoltre forniti suggerimenti per percorsi individuali di studio e approfondimento, finalizzati a stimolare un approccio sempre più originale e indipendente dello studente nei confronti dell’analisi dei temi e dei problemi sollevati dal docente durante il corso. Infine, il corso sarà affiancato da un seminario di approfondimento sulle teorie e strategie traduttive di testi mediatici.
Il corso sarà affiancato da esercitazioni di lingua tenute da collaboratori ed esperti linguistici durante tutto l’anno accademico.. Gli studenti sono tenuti anche a seguire un percorso di 12 ore di auto-apprendimento in laboratorio multimedia.

Modalità verifica apprendimento

La verifica delle conoscenze e delle abilità avviene tramite pre-esame scritto e esame orale in lingua inglese. Le conoscenze e le competenze che si intendono verificare in tale prova sono:
. una competenza scritta e orale in lingua inglese corrispondente al livello B2+ del Quadro Comune Europeo di Riferimento e, più particolarmente, l’avvenuta acquisizione di tutte le abilità linguistiche (produzione scritta e orale), nonché delle strategie traduttive dall’inglese in italiano e dall’italiano in inglese in un registro appropriato al genere testuale, e che rispecchi le funzioni comunicative del testo di partenza;
. la conoscenza delle caratteristiche di testi, contesti e questioni formali, informali ed ideologiche proprie del genere testuale oggetto dello studio;
. un’adeguata capacità di studiare in modo indipendente, di rielaborare personalmente contenuti appresi durante il corso, di proporre ricerche individuali che completino gli argomenti trattati nel corso, di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi complessi, e di formulare giudizi autonomi.
Al fine di verificare il raggiungimento di tali conoscenze e competenze, le domande della prova orale mirano a valutare le conoscenze, la capacità di rielaborazione autonoma e originale di tali conoscenze, nonché la capacità di applicare le conoscenze e le abilità acquisite tramite l’analisi del testo e di ampliarle tramite collegamenti, raffronti e contrasti.
Una valutazione di insufficienza nel pre-esame scritto è determinata dalla mancanza, dimostrata dallo studente, di una competenza adeguata nelle abilità linguistiche e traduttive; tale insufficienza non dà accesso alla prova orale.
Una valutazione finale di insufficienza è determinata dalla mancanza, dimostrata dallo studente durante la prova orale, di una conoscenza dei contenuti minimi del corso; dall’incapacità di esprimersi in un inglese adeguato all’argomento e corrispondente al livello B2+; dalla carenza di preparazione autonoma e dall’incapacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi complessi, nonché di formulazione di giudizi autonomi. La valutazione finale tiene conto delle competenze acquisite nel pre-esame scritto e del voto riportato. Una valutazione finale sufficiente (18-23/30) è determinata dalla dimostrazione da parte dello studente di avere appreso i contenuti minimi e fondamentali del corso; dalla capacità di esprimersi in un inglese adeguato all’argomento e che, pur nella semplicità comunicativa, presenta alcune caratteristiche del livello B2+; da un livello sufficiente di preparazione autonoma, capacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi complessi, nonché di formulazione di giudizi autonomi. I punteggi medi (24-27/30) vengono assegnati allo studente che dimostri di possedere un livello più che sufficiente (24-25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori di valutazione sopraelencati. I punteggi più alti (dal 28/30 al 30/30 e lode) vengono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente degli indicatori di valutazione sopraelencati.