LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA FRANCESE II

Docenti: 
Crediti: 
12
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA FRANCESE (L-LIN/04)
Semestre dell'insegnamento: 
Annuale
Lingua di insegnamento: 

FRANCESE

Obiettivi formativi

Il Corso ha per scopo di consolidare la competenza linguistica e traduttiva degli studenti, abituandoli ad affrontare svariate tipologie testuali.
In particolare, esso mira a
rendere il discente capace di:
-conoscere, ricordare e comprendere nuovi vocaboli e strutture verbali, anche attraverso l'utilizzo sistematico del dizionario monolingue;
- svolgere traduzioni di carattere letterario e para-letterario da e verso il francese;
- riconoscere le idee più importanti di un testo, distinguendole da quelle accessorie;
- riassumere correttamente un testo di svariata natura;
-comprendere correttamente i fonemi della lingua e saperli trascrivere correttamente;
- analizzare ed esplicitare in chiave critica le principali difficoltà traduttive, presenti nel passaggio dal francese all'italiano e viceversa;
- riconoscere ed esplicitare, anche attraverso l'applicazione in esercizi specifici, le principali strutture morfo-sintattiche della lingua francese;
- valutare quale sia il contesto linguistico adeguato al brano da comprendere e/o da tradurre.

Prerequisiti

Livello B1+ di conoscenza del francese conseguito durante il I anno di corso.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso, tenuto in lingua francese, fornirà gli strumenti di base per affrontare l'approccio traduttivo da e verso il francese attraverso diverse tipologie testuali. Partendo da un'accurata analisi testuale (linguistica, semantica e stilistica) dei testi in entrambe le lingue, verranno proposti esempi delle principali strategie traduttive che concorrono alla produzione del testo nella lingua d'arrivo.

Bibliografia

Josiane Podeur, La pratica della Traduzione, Liguori, Napoli.

Mathieu Guidère, Introduction à la traductologie, De Boeck, Louvain-la-Neuve.

Metodi didattici

Le attività didattiche saranno condotte privilegiando modalità di apprendimento attivo alternate a lezioni applicative e a lezioni frontali.
Durante le lezioni applicative, sarà privilegiato il confronto dialogico con
l’aula, circa le diverse modalità di traduzione, anche al fine di far emergere eventuali preconoscenze sulle strutture linguistiche in oggetto, da parte dei discenti,
secondo i criteri metodologici illustrati nelle lezioni e nel materiale bibliografico e didattico.
Le slide utilizzate a supporto delle lezioni verranno caricate con cadenza mensile sulla piattaforma Elly.
Per scaricare le slide è necessaria l’iscrizione al corso on line.
Le slide vengono considerate parte integrante del materiale didattico. Si ricorda agli studenti non
frequentanti di controllare il materiale didattico disponibile e le indicazioni fornite dalla docente tramite la
piattaforma Elly.

Modalità verifica apprendimento

L’Esame finale consta di due parti: a) una prova scritta, articolata in 5 parti: traduzione di un testo di natura letteraria dall'italiano al francese, dettato, riassunto, ascolto, grammatica. Tale prova ha quale obiettivo di verificare se gli studenti sono in grado di tradurre correttamente un testo di carattere letterario e/o paraletterario, applicando le conoscenze impartite durante il corso e le relative Esercitazioni; di comprendere correttamente stralci di documenti autentici; di trascrivere correttamente quanto ascoltano nell'esercizio di dettatura; di riassumere le idee principali del testo.
b) una interrogazione orale, nella quale gli studenti dovranno sapere riconoscere ed esplicitare i diversi processi traduttivi e le principali operazioni traduttive, esaminate durante il corso.
La prova scritta è valutata con scala 0-30. Essa è propedeutica alla prova orale, perciò potranno sostenere la prova orale soltanto coloro che abbiano conseguito una votazione pari o superiore a 18/30 nella prova scritta.
Per gli studenti frequentanti, la prova scritta ufficiale può essere sostituita, a loro scelta, da due prove parziali intermedie, il cui esito finale costituirà la media matematica dei voti riportati nelle due prove intermedie.
Le conoscenze acquisite durante il corso saranno verificate tramite una prova orale in lingua francese.

Una valutazione d'insufficienza è determinata dalla mancanza, dimostrata dallo studente durante la prova orale, di una conoscenza dei contenuti minimi del corso; dalla carenza di preparazione autonoma e dall'incapacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi. Una valutazione sufficiente (18-23/30) è determinata dall'apprendimento dei contenuti minimi e fondamentali del corso; da una preparazione autonoma sufficiente, dalla capacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica dei testi con la formulazione di giudizi autonomi. I punteggi medi (24-27/30) sono assegnati allo studente che possiede un livello più che sufficiente (24-25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori sopraelencati. I punteggi più alti (28-30/30 e 30/30 e lode) sono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente degli indicatori sopraelencati.