COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

Docenti: 
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE (L-LIN/02)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

A conclusione del corso, gli studenti avranno sviluppato conoscenze teoriche sulla comunicazione interculturale, nonché alcune soft skills essenziali per lo sviluppo di buone pratiche di comunicazione interculturale.

CONOSCENZA E CAPACITA' DI COMPRENSIONE
- Conoscere i lineamenti interdisciplinari della Comunicazione Interculturale come campo d'indagine, e le caratteristiche degli approcci funzionalista e decostruzionista.
- Comprendere le complesse relazioni tra cultura, mente e linguaggio, nonché le principali posizioni teoriche e gli avanzamenti della ricerca in questo ambito.

CONOSCENZA E CAPACITA' DI COMPRENSIONE APPLICATE
- Applicare le nozioni fondamentali della comunicazione interculturale per riflettere sulle proprie esperienze e sulle dinamiche dell'identità culturale.
- Applicare gli strumenti della comunicazione interculturale per analizzare studi di caso ed individuare le potenziali cause di conflitto interculturale.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
- Cogliere le differenze tra i diversi approcci allo studio della comunicazione interculturale.
- Individuare con sguardo critico vantaggi e svantaggi dei diversi approcci allo studio della comunicazione interculturale.

CAPACITA' COMUNICATIVE
- Sviluppare strategie di comunicazione inclusiva, attenta all'interlocutore e priva di preconcetti o stereotipi culturali.
- Sviluppare consapevolezza del ruolo della competenza emotiva nelle dinamiche della comunicazione.

CAPACITA' DI APPRENDERE
- Sviluppare le seguenti soft skills: saper osservare ed osservarsi, saper valutare e valutarsi, acquisire maggiore consapevolezza di sé, attivare risorse emotive che consentono una maggiore comprensione dell'altro (es. empatia, ascolto attivo, apertura mentale, decentramento del punto di vista).

Contenuti dell'insegnamento

Dopo un breve inquadramento alla Comunicazione Interculturale come ambito di studi interdisciplinare, il corso si sviluppa in tre segmenti. Nella prima parte si affronteranno alcune questioni teoriche fondamentali su cui poggia lo studio della comunicazione tra persone che non condividono lo stesso retroterra linguistico e culturale; si discuteranno, ad esempio, il concetto di 'cultura', i possibili approcci allo studio della cultura, nonché le complesse relazioni tra cultura, pensiero e linguaggio. Nella seconda parte del corso si presenteranno le nozioni fondamentali della comunicazione interculturale secondo la prospettiva funzionalista, introducendo il concetto di 'competenza comunicativa interculturale' e le sue componenti verbale e non verbale. Nella terza parte, infine, si promuoverà un approccio critico alla comunicazione interculturale, secondo la prospettiva decostruzionista, sviluppando i concetti di micro-cultura e grammatica della cultura, e discutendo il ruolo della competenza emotiva nella comunicazione interpersonale.

Bibliografia

Letture obbligatorie:
Anolli L. (2004) Psicologia della cultura, Il Mulino (capitoli 1, 2, 4, 5, 6, 7, 8, 10).
Balboni P.E., Caon F. (2015) La comunicazione interculturale, Marsilio.

Lettura critica di un libro a scelta, tra i seguenti (si riporta tra parentesi il titolo originale delle opere straniere, per gli studenti che desiderano leggere l'opera in lingua originale):
Deutscher G. (2013) La lingua colora il mondo. Come le parole deformano la realtà (Through the Language Glass. How Words Colour our World), Bollati.
Hoffman E. (1996) Come si dice (Lost in Translation), Donzelli.
Mantovani G. (1998) L'elefante invisibile. Alla scoperta delle differenze culturali, Giunti.
Said E.W. (1978) Orientalismo. L'immagine europea dell'Oriente (Orientalism), Feltrinelli.
Servergini B. (2001) Italiani con la valigia, Rizzoli.

Materiali delle lezioni disponibili sulla piattaforma Elly.

Metodi didattici

Lezioni frontali, arricchite da attività di riflessione interculturale e pensiero critico.

Modalità verifica apprendimento

La modalità di valutazione sarà scritta. La prova, della durata di 2 ore, si suddivide in due parti: la prima parte consta di domande a scelta multipla finalizzate all'accertamento delle capacità di comprensione delle nozioni di comunicazione interculturale affrontate durante il corso; la seconda parte consta di analisi di esperienze, materiali o studi di caso, al fine di accertare le capacità di applicazione dei contenuti del corso, nonché lo sviluppo di pensiero critico, abilità comunicative e di apprendimento.

Una valutazione di insufficienza è determinata dalla mancanza di una conoscenza dei contenuti minimi del corso; dall’incapacità di esprimersi in modo adeguato all’argomento; dalla carenza di preparazione autonoma; dall’incapacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi; nonché dall’incapacità di formulare giudizi in modo autonomo e di comunicare contenuti, analisi e giudizi in modo argomentato, competente e convincente. Una valutazione sufficiente (18-23/30) è determinata da un livello accettabile di performance da parte dello studente degli indicatori di valutazione sopraelencati; i punteggi medi (24-27/30) vengono assegnati allo studente che dimostri di possedere un livello più che sufficiente (24-25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori di valutazione sopraelencati, i punteggi più alti (dal 28/30 al 30/30 e lode) vengono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente degli indicatori di valutazione sopraelencati.

Altre informazioni

Non sono previste letture integrative per i non frequentanti, in quanto il corso è erogato in modalità blended sulla piattaforma Elly.